L’Ancora

  • Cosa dice la Bibbia su come trovare pace

    Dennis Edwards

    [The Bible on How to Find Peace]

    Stai cercando la pace di Dio, una pace che supera ogni comprensione? In altre parole, una pace interiore, una pace della mente e del cuore? Vediamo cosa dice la Bibbia sulla pace di Dio e su come trovarla.

    “Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore”.1 L’apostolo Paolo ci dice che il modo di trovare pace è attraverso Gesù, grazie al nostro rapporto con Lui. Il primo passo nella nostra ricerca della pace è accettare Gesù nella nostra vita e permettergli di darci la pace con Dio.

    Nel Vangelo di Giovanni, Gesù parla ai suoi discepoli della sua partenza e di come manderà lo Spirito Santo come Consolatore: “Io vi lascio la pace, vi do la mia pace; io ve la do, non come la dà il mondo; il vostro cuore non sia turbato e non si spaventi.”.2 Gesù dice ai suoi seguaci che il Consolatore sarebbe arrivato e avrebbe dato loro la pace necessaria per affrontare le difficoltà che li aspettavano. Li ammonisce di non avere paura, perché la paura è nemica della pace.

    Gesù prosegue col dire ai suoi discepoli: “Vi ho detto queste cose, affinché abbiate pace in me; nel mondo avrete tribolazione, ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo”.3 Hai mai notato come usiamo parole per confortare e rassicurare gli altri, come i nostri figli o nipoti, che tutto andrà bene? La paura che potrebbero avere svanisce perché si affidano alle nostre rassicurazioni. Gesù fa lo stesso con i suoi discepoli, che ben presto lo vedranno catturato dai suoi nemici. Praticamente sta dicendo: “Vi dico queste cose in anticipo, perché possiate mantenere la vostra pace. Non sgomentatevi. Non scoraggiatevi. Fatevi coraggio. Quando soffrirete le vostre tribolazioni ricordate che Io ho vinto e che trionferò sul mondo e su tutto il male che contiene”.

    L’apostolo Paolo ci dà altre informazioni su come possiamo avere accesso alla “pace che supera ogni comprensione”. “Rallegratevi sempre nel Signore. Ripeto: rallegratevi. […] Non angustiatevi di nulla, ma in ogni cosa fate conoscere le vostre richieste a Dio in preghiere e suppliche, accompagnate da ringraziamenti. E la pace di Dio, che supera ogni comprensione, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù”.4 La formula presentata da Paolo è: (1) lodare e ringraziare, (2) non angustiarsi né preoccuparsi, (3) pregare e supplicare Dio, (4) così che Dio mandi la sua pace per quella situazione.

    La lode è un elemento importante per trovare la pace, e nei salmi troviamo molti riferimenti alla sua importanza. “Entrate nelle sue porte con ringraziamento e nei suoi cortili con lode; celebratelo, benedite il suo nome”.5 Il Salmo 22 dice che Dio abita nelle lodi del suo popolo. Nelle cronache dei re di Giuda e Israele leggiamo delle imprese miracolose che Dio compì per il suo popolo perché lo cercarono in mezzo alle loro difficoltà e usarono lodi e canti come parte della loro strategia militare.6

    Corrie ten Boom ha detto: “Preoccuparsi vuol dire portare i pesi di domani con la forza di oggi, portare due pesi allo stesso tempo. Vuol dire spostarsi nel domani prima del tempo. La preoccupazione non svuota il domani del suo dolore, svuota oggi della sua forza”. Gesù ci comandò anche di non preoccuparci del domani, perché i problemi di oggi sono già abbastanza da sopportare.7

    Finora abbiamo visto che dobbiamo usare lode e ringraziamento, dobbiamo resistere alle preoccupazioni e poi presentare le nostre richieste a Dio con preghiere e suppliche. Dobbiamo pregare e gettare pesi, paure e preoccupazioni nelle mani di Dio e farle portare a Lui. Il salmista scrive: “Getta sull’Eterno il tuo peso, ed egli ti sosterrà”.8 Gesù disse che se ci presentiamo a Lui con tutti i nostri pesi, i nostri problemi, Lui ci darà riposo.9 Che cos’è il riposo, se non pace della mente e del cuore?

    Madre Teresa aveva un’altra formula. Ha detto: “Il frutto del silenzio è la preghiera. Il frutto della preghiera è la fede. Il frutto della fede è l’amore. Il frutto dell’amore è il servizio. Il frutto del servizio è la pace”. In altre parole, se facciamo una pausa e rimaniamo in silenzio, l’effetto che quel silenzio avrà su di noi sarà che ci guiderà ad avvicinarci a Dio in preghiera. La preghiera ci farà trovare Dio e ci darà fede. La fede poi ci farà comprendere l’amore di Dio per noi. L’amore che riceveremo da Dio ci trasformerà così che vorremo amare e servire gli altri. Il nostro amore e il nostro servizio per gli altri porteranno alla pace. Tutti abbiamo fatto esperienza, quando ci siamo offerti volontari per aiutare gli altri, che davvero “c’è maggior gioia nel dare che nel ricevere”.10

    In Isaia vediamo una formula simile a quella di Madre Teresa: “L’effetto della giustizia sarà la pace, il risultato della giustizia tranquillità e sicurezza per sempre”.11 Anche qui vediamo che il frutto della giustizia finisce per essere pace, tranquillità e sicurezza.

    Il Nemico della nostra anima cerca di impedirci di entrare nella pace di Cristo, di entrare in quel riposo. Entriamo nel suo riposo quando smettiamo di fare sforzi, di realizzare cose da soli, e ci affidiamo umilmente alle braccia di Gesù, accettando il suo amore, la sua misericordia e il suo riposo: la pace che supera ogni comprensione. Non è una cosa che meritiamo o possiamo guadagnarci. È un regalo dell’amore e della misericordia di Dio, da ricevere con umiltà.

    In Isaia troviamo questa promessa: “Alla mente che riposa in te tu conservi una pace perfetta, perché confida in te”.12 Nella lettera ai Filippesi Paolo ammonisce: “Quindi, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri”.13 Dobbiamo combattere il buon combattimento della fede. Il campo dove avviene quel combattimento spesso è nella nostra mente. Dobbiamo mettere i nostri pensieri in linea con la Parola di Dio. “Grande pace hanno quelli che amano la tua legge, e non c’è nulla che li possa far cadere.”.14 L’amore per la Parola di Dio e la meditazione su di essa ci aiuteranno a trovare la pace.

    Se ascoltiamo le ammonizioni dei profeti, dei discepoli e dello stesso Gesù, possiamo trovare quella tranquilla sicurezza, quella pace della mente che cerchiamo. La troveremo perché abbiamo in noi la presenza di Cristo. Lui è la nostra pace e ci permette di avere pace gli uni con gli altri. Ci manda la sua pace quando cerchiamo di vivere per Lui e servire gli altri. Allora possiamo fare come dice il salmista: “In pace mi coricherò e in pace dormirò, poiché tu solo, o Eterno, mi fai dimorare al sicuro”.15 O come troviamo in un altro salmo: “L’Eterno darà forza al suo popolo; l’Eterno benedirà il suo popolo con la pace”.16

    Terminiamo con una vecchia preghiera di benedizione che troviamo nelle parole di Mosè: “L’Eterno ti benedica e ti custodisca! L’Eterno faccia risplendere il suo volto su di te e ti sia propizio. L’Eterno rivolga il suo volto su di te e ti dia la pace!” 17

    Pubblicato sull’Ancora in inglese il 26 gennaio 2022.


    1 Romani 5,1.

    2 Giovanni 14,27.

    3 Giovanni 16,33.

    4 Filippesi 4,4.6–7 NR.

    5 Salmi 100,4.

    6 2 Cronache 20.

    7 Matteo 6,34.

    8 Salmi 55,22.

    9 Matteo 11,28.

    10 Atti 20,35.

    11 Isaia 32,17.

    12 Isaia 26,3.

    13 Filippesi 4,8 NR.

    14 Salmi 119,165.

    15 Salmi 4,8.

    16 Salmi 29,11.

    17 Numeri 6,24–26.

  • Set 21 Dio all’opera nella nostra vita
  • Set 19 Ti senti soffocare? Vieni a Me
  • Set 15 La vera ricchezza
  • Set 9 Combattere le preoccupazioni
  • Set 7 Pensieri mattutini
  • Set 5 Affrontare i draghi
  • Ago 31 Il tesoro e la perla
  • Ago 26 Speranza, un’ancora per l’anima
  • Ago 24 Risolvere i problemi come vorrebbe Dio
   

L’Angolo dei Direttori

  • Gesù — la sua vita e il suo messaggio: il lavacro dei piedi dei discepoli (parte 3)

    [Jesus—His Life and Message: Washing the Disciples’ Feet (Part 3)]

    Il precedente articolo termina con l’affermazione di Gesù: «In verità, in verità vi dico che uno di voi mi tradirà».1 Leggiamo anche che i suoi discepoli non riuscivano a capire di chi parlasse.2 Quella notizia li colse di sorpresa.

    Uno dei discepoli, quello che Gesù amava, era appoggiato sul petto di Gesù. Allora Simon Pietro gli fece cenno di domandare chi fosse colui del quale egli parlava.3

    Non ci viene detto specificamente chi fosse il discepolo che Gesù amava, anche se in seguito in questo Vangelo si fanno dei riferimenti a lui.4 Anche se non viene affermato specificamente, in genere si pensa che si trattasse dell’apostolo Giovanni. È probabile che Pietro non fosse seduto vicino a Gesù, perché, se lo fosse stato, avrebbe potuto rivolgergli lui stesso quella domanda, mentre fa cenno a Giovanni di chiederglielo. È anche possibile che Giuda fosse seduto vicino a Gesù dall’altra parte, in quella che sarebbe considerata una posizione d’onore. Nel Vangelo di Matteo Gesù poté parlare con Giuda senza che gli altri potessero ascoltare quello che diceva, quindi probabilmente Giuda era seduto molto vicino e verosimilmente vicino a Gesù.

    E quel discepolo, chinatosi sul petto di Gesù, gli chiese: «Signore, chi è?»5

    Il discepolo di cui non si fa il nome si piegò in maniera da poter parlare sommessamente a Gesù, forse anche sussurrandogli in un orecchio, senza che gli altri sentissero cosa stava dicendo.

    Gesù rispose: «È colui al quale darò il boccone, dopo averlo intinto». E intinto il boccone, lo prese e lo diede a Giuda, figlio di Simone Iscariota.6

    Gesù rispose che avrebbe identificato il traditore con un certo gesto. È sottinteso che la sua risposta potesse essere sentita solo da chi gli pose la domanda. Dopo aver detto questo, Gesù intinse il pane in qualche tipo di salsa che era sulla tavola e l’offerse a Giuda. Anche se gli altri discepoli potrebbero aver visto Gesù dare il boccone di pane a Giuda, non sentirono quello che aveva detto del traditore, quindi non potevano sapere che Gesù stava rivelando il nome di chi l’avrebbe tradito.

    Or dopo quel boccone, Satana entrò in lui. Allora Gesù gli disse: «Quel che fai, fallo presto!»7

    È l’unica volta in cui si fa il nome di Satana in questo Vangelo. Il Vangelo ci dice che in quel momento Satana entrò in Giuda e ispirò le sue azioni successive. Questa volta Gesù parlò a Giuda in modo che gli altri discepoli potessero udire ciò che diceva.

    Ma nessuno di quelli che erano a tavola comprese perché gli avesse detto ciò. Alcuni infatti pensavano, poiché Giuda teneva la borsa, che Gesù gli avesse detto: «Compra le cose che ci occorrono per la festa»; oppure che desse qualcosa ai poveri. Egli dunque, preso il boccone, uscì subito. Era notte.8

    I discepoli non videro niente di cui preoccuparsi quando sentirono Gesù dire a Giuda di fare in fretta quello che doveva fare; era responsabile delle finanze del gruppo ed era normale che Gesù gli chiedesse di comprare del cibo o di aiutare i poveri. Dopo aver ricevuto il boccone di pane da Gesù Giuda lasciò la cena.

    Quando fu uscito, Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è glorificato, e Dio è glorificato in lui. Se Dio è glorificato in lui, Dio lo glorificherà pure in se stesso e lo glorificherà subito».9

    Appena Giuda uscì, Gesù poté parlare ai discepoli apertamente e a lungo. Il tradimento era in corso, quindi la glorificazione del Figlio era iniziata. La gloria del Padre è collegata alla gloria di suo Figlio, perché Padre e Figlio condividono lo stesso obiettivo. Uno scrittore spiega: La gloria del Padre è legata alla gloria del Figlio. I due sono accomunati nell’obiettivo di salvare i peccatori. La gloria di Cristo nell’abbassarsi a salvarci è la gloria del Padre di cui sta eseguendo la volontà. La croce rivela il cuore di Dio oltre a quello di Cristo.10

    «Figlioli, per poco tempo sono ancora con voi; voi mi cercherete, ma come ho detto ai Giudei: “Dove io vado voi non potete venire”».11

    Chiamando i suoi discepoli “figlioli”, Gesù esprime il suo affetto e la sua tenera preoccupazione per loro. La notizia che sarebbe stato con loro ancora solo per poco tempo era difficile da udire, anche se non era la prima volta che diceva qualcosa del genere. In precedenza aveva detto ai capi giudei che lo contrastavano: «Io sono con voi ancora per poco tempo; poi me ne andrò da colui che mi ha mandato. Voi mi cercherete e non mi troverete; e dove sarò io, voi non potete venire».12

    Dopo aver detto ai suoi discepoli che sarebbe andato dove loro non avrebbero potuto venire, Gesù diede un annuncio speciale:

    «Vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, anche voi amatevi gli uni gli altri».13

    Gesù diede istruzioni alla comunità dei credenti mediante un nuovo comandamento incentrato sull’amarsi a vicenda. Il motivo per cui noi credenti dobbiamo amare il prossimo è che Cristo ha amato noi. Visse ciò che predicava e diede un esempio d’amore; chiese ai suoi discepoli di seguire i suoi passi.

    «Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri».14

    Gesù rinforza con una promessa il suo “nuovo comandamento” di amarsi gli uni gli altri. I credenti saranno conosciuti come seguaci di Cristo grazie all’amore che c’è tra di loro, perché l’amore è il segno che distingue un credente. La prima epistola di Giovanni rafforza questa idea.

    Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, poiché l’amore è da Dio e chiunque ama è nato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.15

    Carissimi, se Dio ci ha amato in questo modo, anche noi ci dobbiamo amare gli uni gli altri. Nessuno ha mai visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio dimora in noi e il suo amore è perfetto in noi.16

    Profezia riguardante Pietro

    Gli ultimi tre versetti di questo capitolo descrivono la conversazione tra Pietro e Gesù.

    Simon Pietro gli disse: «Signore, dove vai?». Gesù gli rispose: «Là dove io vado, tu non puoi seguirmi ora; ma mi seguirai più tardi». Pietro gli disse: «Signore, perché non posso seguirti ora? Darò la mia vita per te». Gesù gli rispose: «Darai la tua vita per me? In verità, in verità ti dico: il gallo non canterà, prima che tu non mi abbia rinnegato tre volte».17

    Pietro chiese a Gesù della sua partenza, di dove sarebbe andato. La risposta di Gesù ripete ciò che aveva già detto in precedenza, che questa volta Pietro non sarebbe potuto andare dove andava Lui; comunque, aggiunse che alla fine Pietro lo avrebbe seguito. Pietro rimase sorpreso dalla risposta di Gesù, e forse ne fu un po’ irritato. Dichiarò la sua volontà di dare la vita per Gesù. Comunque, anche le sue parole erano sincere, in seguito leggiamo che Pietro negò tre volte di conoscere Gesù, proprio come Lui aveva predetto.18

    Prima del suo arresto e della sua crocifissione, Gesù dedicò il tempo limitato che gli era rimasto a istruire e preparare i suoi discepoli per ciò che sarebbe successo.


    Nota

    Se non altrimenti indicato, tutte le citazioni bibliche sono tratte da: La Nuova Diodati, © Edizioni La Buona Novella, Bari. Tutti i diritti riservati.


    Bibliografia generale

    Bailey, Kenneth E. Jesus Through Middle Eastern Eyes. Downers Grove: InterVarsity Press, 2008.

    Biven, David. New Light on the Difficult Words of Jesus. Holland: En-Gedi Resource Center, 2007.

    Bock, Darrell L. Jesus According to Scripture. Grand Rapids: Baker Academic, 2002.

    Bock, Darrell L. Luke Volume 1: 1:1–9:50. Grand Rapids: Baker Academic, 1994.

    Bock, Darrell L. Luke Volume 2: 9:51–24:53. Grand Rapids: Baker Academic, 1996.

    Brown, Raymond E. The Birth of the Messiah. New York: Doubleday, 1993.

    Brown, Raymond E. The Death of the Messiah. 2 vols. New York: Doubleday, 1994.

    Carson, D. A. Jesus’Sermon on the Mount and His Confrontation with the World. Grand Rapids: Baker Books, 1987.

    Charlesworth, James H., ed. Jesus’Jewishness, Exploring the Place of Jesus Within Early Judaism. New York: The Crossroad Publishing Company, 1997.

    Chilton, Bruce, and Craig A. Evans, eds. Authenticating the Activities of Jesus. Boston: Brill Academic, 1999.

    Edersheim, Alfred. The Life and Times of Jesus the Messiah. Updated Edition. Hendrickson Publishers, 1993.

    Elwell, Walter A., ed. Baker Encyclopedia of the Bible. Grand Rapids: Baker Book House, 1988.

    Elwell, Walter A., and Robert W. Yarbrough. Encountering the New Testament. Grand Rapids: Baker Academic, 2005.

    Evans, Craig A. World Biblical Commentary: Mark 8:27–16:20. Nashville: Thomas Nelson, 2000.

    Evans, Craig A., and N. T. Wright. Jesus, the Final Days: What Really Happened. Louisville: Westminster John Knox Press, 2009.

    Flusser, David. Jesus. Jerusalem: The Magnes Press, 1998.

    Flusser, David, and R. Steven Notely. The Sage from Galilee: Rediscovering Jesus’Genius. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 2007.

    France, R. T. The Gospel of Matthew. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 2007.

    Gnilka, Joachim. Jesus of Nazareth: Message and History. Peabody: Hendrickson Publishers, 1997.

    Green, Joel B. The Gospel of Luke. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 1997.

    Green, Joel B., and Scot McKnight, eds. Dictionary of Jesus and the Gospels. Downers Grove: InterVarsity Press, 1992.

    Grudem, Wayne. Systematic Theology, An Introduction to Biblical Doctrine. Grand Rapids: InterVarsity Press, 2000.

    Guelich, Robert A. World Biblical Commentary: Mark 1–8:26. Nashville: Thomas Nelson, 1989.

    Jeremias, Joachim. The Eucharistic Words of Jesus. Philadelphia: Trinity Press International, 1990.

    Jeremias, Joachim. Jerusalem in the Time of Jesus. Philadelphia: Fortress Press, 1996.

    Jeremias, Joachim. Jesus and the Message of the New Testament. Minneapolis: Fortress Press, 2002.

    Jeremias, Joachim. New Testament Theology. New York: Charles Scribner’s Sons, 1971.

    Jeremias, Joachim. The Prayers of Jesus. Norwich: SCM Press, 1977.

    Keener, Craig S. The Gospel of John: A Commentary, Volume 1. Grand Rapids: Baker Academic, 2003.

    Keener, Craig S. The Gospel of John: A Commentary, Volume 2. Grand Rapids: Baker Academic, 2003.

    Keener, Craig S. The Gospel of Matthew: A Socio-Rhetorical Commentary. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 2009.

    Lewis, Gordon R., and Bruce A. Demarest. Integrative Theology. Grand Rapids: Zondervan, 1996.

    Lloyd-Jones, D. Martyn. Studies in the Sermon on the Mount. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 1976.

    Manson, T. W. The Sayings of Jesus. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 1957.

    Manson, T. W. The Teaching of Jesus. Cambridge: University Press, 1967.

    McKnight, Scot. Sermon on the Mount. Grand Rapids: Zondervan, 2013.

    Michaels, J. Ramsey. The Gospel of John. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 2010.

    Milne, Bruce. The Message of John. Downers Grove: InterVarsity Press, 1993.

    Morris, Leon. The Gospel According to John. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 1995.

    Morris, Leon. The Gospel According to Matthew. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 1992.

    Morris, Leon. Luke. Downers Grove: InterVarsity Press, 1988.

    Ott, Ludwig. Fundamentals of Catholic Dogma. Rockford: Tan Books and Publishers, Inc., 1960.

    Pentecost, J. Dwight. The Words & Works of Jesus Christ. Grand Rapids: Zondervan, 1981.

    Sanders, E. P. Jesus and Judaism. Philadelphia: Fortress Press, 1985.

    Sheen, Fulton J. Life of Christ. New York: Doubleday, 1958.

    Spangler, Ann, and Lois Tverberg. Sitting at the Feet of Rabbi Jesus. Grand Rapids: Zondervan, 2009.

    Stassen, Glen H., and David P. Gushee. Kingdom Ethics: Following Jesus in Contemporary Context. Downers Grove: IVP Academic, 2003.

    Stein, Robert H. Jesus the Messiah. Downers Grove: InterVarsity Press, 1996.

    Stein, Robert H. Mark. Grand Rapids: Baker Academic, 2008.

    Stein, Robert H. The Method and Message of Jesus’ Teachings. Louisville: Westminster John Knox Press, 1994.

    Stein, Robert H. The New American Commentary: Luke. Nashville: B&H Publishing Group, 1992.

    Stott, John R. W. The Message of the Sermon on the Mount. Downers Grove: InterVarsity Press, 1978.

    Talbert, Charles H. Reading the Sermon on the Mount. Grand Rapids: Baker Academic, 2004.

    Williams, J. Rodman. Renewal Theology: Systematic Theology from a Charismatic Perspective. Grand Rapids: Zondervan, 1996.

    Witherington, Ben, III. The Christology of Jesus. Minneapolis: Fortress Press, 1990.

    Witherington, Ben, III. The Gospel of Mark: A Socio-Rhetorical Commentary. Grand Rapids: William B. Eerdmans Publishing Company, 2001.

    Wood, D. R. W., I. H. Marshall, A. R. Millard, J. I. Packer, and D. J. Wiseman, eds. New Bible Dictionary. Downers Grove: InterVarsity Press, 1996.

    Wright, N. T. After You Believe. New York: Harper Collins Publishers, 2010.

    Wright, N. T. Jesus and the Victory of God. Minneapolis: Fortress Press, 1996.

    Wright, N. T. Matthew for Everyone, Part 1. Louisville: Westminster John Knox Press, 2004.

    Wright, N. T. The Resurrection of the Son of God. Minneapolis: Fortress Press, 2003.

    Yancey, Philip. The Jesus I Never Knew. Grand Rapids: Zondervan, 1995.

    Young, Brad H. Jesus the Jewish Theologian. Grand Rapids: Baker Academic, 1995.


    1 Giovanni 13,21.

    2 Giovanni 13,22.

    3 Giovanni 13,23–24.

    4 Giovanni 19,26; 20,2–8; 21,7–8; 21,20–24.

    5 Giovanni 13,25.

    6 Giovanni 13,26 NR.

    7 Giovanni 13,27.

    8 Giovanni 13,28–30.

    9 Giovanni 13,31–32.

    10 Morris, The Gospel According to John, 560.

    11 Giovanni 13,33.

    12 Giovanni 7,33–34.

    13 Giovanni 13,34.

    14 Giovanni 13,35.

    15 1 Giovanni 4,7–8.

    16 1 Giovanni 4,11–12.

    17 Giovanni 13,36–38.

    18 Giovanni 18,17.25.26–27.


    Pubblicato originariamente in inglese il 1° giugno 2021.

  • Ago 30 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: il lavacro dei piedi dei discepoli (parte 1)
  • Ago 20 Il modo in cui ti vede
  • Ago 16 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: la Pasqua
  • Ago 9 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: verso la passione e la morte
  • Ago 6 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: la fine del suo ministero pubblico
  • Ago 2 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: i Greci
  • Lug 19 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: il giudizio finale da parte del Figlio dell’uomo
  • Lug 12 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: la venuta del Figlio dell’Uomo (parte 2)
  • Lug 9 Gesù — la sua vita e il suo messaggio: la venuta del Figlio dell’Uomo (parte 1)
   

Dottrine

Altro…
  • Le nostre dottrine fondamentali sono in genere comuni a quelle professate dai Cristiani di tutto il mondo; in aggiunta professiamo anche alcune dottrine non tradizionali. L’applicazione del principio fondamentale della legge divina dell’amore insegnata da Gesù – cioè amare Dio e amare il prossimo come noi stessi, cosa che adempie “tutta la legge e i profeti” (Matteo 22,37-40) – è un elemento ben preciso della nostra vita e della nostra fede.

Missione

Altro…
  • L´obiettivo principale della Famiglia Internazionale è il miglioramento della qualità di vita degli altri mediante la condivisione del messaggio vivificante dell´amore, della speranza e della salvezza che troviamo nella Parola di Dio. Crediamo che l´amore di Dio — applicato a livello pratico nella nostra vita quotidiana — sia la chiave per risolvere molti dei problemi della società, anche nel mondo complesso e frenetico di oggi. Impartendo la speranza e l´orientamento che troviamo negli insegnamenti della Bibbia, crediamo di poter contribuire alla costruzione di un mondo migliore — cambiando il mondo un cuore alla volta.

Valori

Altro…
  • Il discepolato

    Aspiriamo a creare un’atmosfera in cui i membri della Famiglia possano seguire Gesù secondo la loro chiamata personale e tener fede al loro impegno di seguire la volontà divina nella loro vita.

A proposito di LFI

LFI online è una comunità di membri della Famiglia Internazionale. LFIè una comunità cristiana internazionale impegnata a diffondere il messaggio dell'amore di Dio alle persone intorno al globo.

Visita il nostro sito principale se vuoi saperne di più su LFI.

Se sei un membro di LFI, fai l'accesso per vedere altro contenuto.

Ultime serie

Altro…
Giorni migliori ci aspettano
Incoraggiamenti per la fede, per affrontare i tempi difficili in cui viviamo.
Arrivare al Cuore di tutto
Una serie di articoli che coprono i fondamenti della fede e della dottrina cristiana.
Vivere il Cristianesimo
Applicare gli insegnamenti della Bibbia alla nostra vbita di tutti i giorni a alle nostre decisioni.